giovedì 15 novembre 2018
  • » mostre
  • » DESERTI E DERIVE - Il tramonto dell’Occidente?

DESERTI E DERIVE - Il tramonto dell’Occidente?

DESERTI E DERIVE - Il tramonto dell’Occidente?

Dal 6 settembre al 4 ottobre 2014
Inaugurazione: sabato 6 settembre ore 18,30

Biffi Arte / Palazzo Marazzani Visconti Terzi
P.za S.Antonino ang. Via Chiapponi – Piacenza
www.biffiarte.it

 A cura di Giovanni Cerri

Il progetto della mostra è pensato intorno a un tema molto attuale: la crisi e il disorientamento epocale che stiamo affrontando in questi ultimi difficili anni. Crisi economica ma anche disagio dei giovani, malessere esteso e sconfinato, che unisce in modo trans-generazionale.

I cinque artisti presenti in questa mostra rappresentano – ognuno a suo modo – uno sguardo, un punto di vista su questa situazione.  Le fotografie di Andrea Brera su Scampia, luogo simbolo di una “Gomorra” contemporanea, affrontata anche nella letteratura dal noto romanzo-documento di Roberto Saviano – è una risposta di bellezza a questo lato oscuro del nostro presente. Forse “la bellezza salverà il mondo”, come disse Fedor Dostoeevskj. In soccorso al brutto scenario, ecco una possibile risalita attraverso l’arte e i contenuti che essa può far affiorare.

Dal bianco e nero di Andrea Brera si passa alla stessa essenzialità del non – colore scarno e graffiante dei lavori di Isabella Dovera, nei volti e nelle figure ridotte all’osso, smagrite, appuntite e sofferenti, che paiono provenire da filmati d’epoca narranti esperienze di conflitti, di campi di detenzione che non avremmo mai aver voluto vedere. Un riscatto che qui avviene attraverso la pittura. Nei lavori di Alessandro Savelli, che offre una metafora lirica di quel deserto, di quel senso di vuoto a cui siamo esposti, nei suoi rossi che identificano ampie superfici di spazi sconfinati; a noi il compito di riempirli con il nostro vissuto e con la nostra fantasia. Oppure nelle tele di Alessandro Spadari, che rappresenta allusioni di naufragi, derive, abbandoni di relitti. Siamo forse noi quelle vecchie carene? c’è un po’ della nostra percezione di vita in quelle navi inclinate, rimaste lì ad aspettare un soccorso che non è mai arrivato?E negli scenari di Alessandra Chiappini, ecco multiformi manifestazioni di disagio, di sconvenienti modalità umane che ci hanno condotto fino alla decadenza di oggi. Decadenza, Macerie, il Diluvio, bastano questi pochi titoli ad offrire spunti di riflessione, a suggerire dibattiti possibili sulla sopravvivenza odierna.

 

La mostra proseguirà fino al 4 ottobre con i seguenti orari:
da martedì a domenica h. 11-19
chiuso il lunedì


Visualizzazioni: 944
Inserisci un commento
Commento
Nickname
Voto
Nessuno 1 2 3 4 5
Codice di controllo
Digita il codice di controllo
Digita il codice di controllo
© Tutti i diritti sono riservati
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +